Sono anni che le direzioni scolastiche, le associazioni, i genitori, denunciano lo stato di degrado degli istituti scolastici di Colli Aniene e sollecitano gli organi competenti a intervenire. Anche il vostro comitato di quartiere ha dato, da quando si è costituito, il suo piccolo contributo e a partire dal 7 luglio 2015 ha seguito la tematica.

La situazione è che quasi la totalità delle scuole di Colli Aniene sono in condizioni di manutenzione edilizia pessime, in particolare il plesso scolastico Angelica Balabanoff, per il quale la direzione scolastica, considerato lo stato di rischio,ha sollecitato le autorità su più fronti.

L’Angelica Balabanoff tra l’altro, è presente nell'elenco degli istituti da sottoporre ad interventi di manutenzione straordinaria ed è parte del patrimonio dell’edilizia scolastica dell’area romana che necessita di tali opere, secondo quanto indicato nella determina Regione Lazio n. G01299 del 13/02/2015 “Procedure di attuazione "Programma straordinario di interventi per il recupero e la messa in sicurezza dell'edilizia scolastica"di cui alla DGR N° 42 del 10/02/2015".

Tale stanziamento non è mai stato erogato ed anzi sembra essere stato eliminato dal bilancio 2015/2017. Il CdQ Colli Aniene Bene Comune nell’ambito dei contatti avviati in occasione dell’incontro con lo staff del Commissario Tronca, ha consegnato un report sulle diverse criticità presenti nel territorio di Colli Aniene. In quell'occasione, abbiamo richiesto immediati finanziamenti da erogare al Municipio IV, al fine di poter effettuare le più urgenti opere di manutenzione per l'edilizia scolastica, e consentire agli studenti ed al corpo insegnanti di utilizzare i plessi scolastici in piena sicurezza.

Oggi insieme al Municipio IV, l'assessore ai lavori pubblici e allo staff direzione tecnica del Municipio, e la direzione scolastica, è stato effettuato un sopralluogo tecnico per avvio dei lavori per la messa in sicurezza esterna delle uscite di sicurezza in attesa della conclusione delle procedure di gara per la manutenzione straordinaria. Un altro passo avanti si è fatto grazie alle sinergie create e all’impegno di molti, insieme si può!